Essere Charlie Kaufman (e scrivere un romanzo)

di Alessia Peca

Charlie Kaufman è un genio: insomma, uno che riesce ad immaginare una storia su un tunnel che ti porta nel cervello di John Malkovich, oppure una storia d’amore tra due tizi che passano il tempo a cancellare il ricordo dell’altro dal cervello è un genio. “Essere John Malkovich” e “The Eternal Sunshine Of The Spotless Mind” (scusate, ma non ce la faccio a scrivere il titolo italiano), comunque, sono film, entrambi sceneggiati da Kaufman, diretti rispettivamente da Spike Jonze e Michel Gondry, ma che non riguardano Finzioni. Non riguarda Finzioni nemmeno il fatto che Kaufman, dopo “Synecdoche, New York”, stia lavorando al suo secondo film da regista.

Potrebbe riguardarci il fatto che il terzo film sceneggiato da Kaufman, Il ladro di orchidee, diretto da Spike Jonze, teoricamente doveva essere tratto dal romanzo omonimo di Susan Orlean, ma poi è diventato una cosa (meravigliosa) con una vita propria. Oppure, potrebbe riguardarci il fatto che sta per uscire, per la Grand Central Publishing, il primo romanzo del signor genio (era ora, Charlie!). Non ci sono indiscrezioni sulla trama, ma probabilmente, conoscendo il tipo di roba che scrive Kaufman, probabilmente è proprio impossibile materialmente darne.

Volevamo dire a Charlie che se non fanno un film dal romanzo (lui stesso o uno a caso tipo Spike Jonze) ci pensiamo noi. E adesso scusate, vi lasciamo: in attesa della pubblicazione del libro in Italia andiamo a vedere in loop per altre quattro volte ciascuno tutti i film sceneggiati da Mr Genio.

L’autore: Alessia Peca.
Il pezzo è già apparso su Finzionimagazine.it.

© Riproduzione Riservata